Partenza h 9,30 circa  da lipari, ci dirigeremo verso l’isola di Alicudi passando in mezzo alle Bocche di vulcano” il canale che separa l’isola di vulcano da lipari, qui sulla destra potrete ammiarare vulcano, il gran cratere della fossa e sulla sinistra i faraglioni di lipari.

Proseguiremo poi la navigazione lasciandoci sulla destra la verde Salina con i sui coni gemelli, e l’isola di Filicudi seconda tappa del nostro viaggio, fino a raggiungere l’isola  più distante e selvaggia ,  Alicudi.

Una volta sbarcati notiamo, che il tempo, qui, pare essersi fermato, nessuna macchina, nessuna strada, solo il rumore del mare e la bellezza primordiale. di un isola quasi disabitata (circa 80 persone), che vive di pesca e agricoltura dove la natura è la padrona indiscussa..

Un stretta mulattiera ci accompagna lungo le case dell’isola dove si aprono angoli di vita inaspettati, e dove gli asinelli sono l’unico mezzo di trasporto.

Un solo negozio, un bar e un ristorante sono gli unici luoghi di aggregazione, ma l’ospitalità degli abitanti è un valore aggiunto

Anche le spiagge che circondano tutta l’isola sono caratterizzate dalla pace e dalla trasparenza dell’acqua.

In tarda mattinata ripartiremo verso filicudi, la prima tappa del nostro itinerario sarà la Canna un neck vulcanico alto 70 mt, come una lama infissa nel mare, e quindi la Grotta del Bue marino, luogo mistico dell’isola , passando poi per lo scoglio Giafante fino a raggiungere Filicudi Porto per la nostra seconda sosta.

Una volta sull’isola, potrete godervi la sua bellezza selvaggia ..le sue calette dove fare il bagno, il piccolo abitato , e varie passeggiate che portano a godere di panorami mozzafiato , come quella verso le antiche macine o quella verso capo graziano una fortezza naturale dove sono visibili resti di un villaggio preistorico raggiungibile in circa 20 min.

Ripartiti costeggeremo il promontorio di capo Graziano con le sue acque trasparenti e rientreremo senza fretta verso Lipari .